Ieri navigavo per l’internet sistemando una presentazione, quando mi imbatto in una frase che da sempre mi affascina:

Un’immagine vale più di mille parole!

Così mi sono chiesta: ma quest’affermazione ha una radice concreta? Ho fatto una piccola ricerca per capire se è davvero così, se “lo dice Google” oppure se è solo campata per aria.

Le basi

Un’immagine dice molto grazie a ciò che richiama nella mente dell’interlocutore con cui ti stai approcciando. Ci sono ricordi che fruiscono in pochissimi millisecondi e tu nemmeno te ne rendi conto. L’immagine va oltre la parola, che ha bisogno di un tono per essere capita e che può dare adito a molti malintesi.

Per esempio ci sono immagini piccole, con cui comunichi quotidianamente. Le usi sicuramente tutti i giorni, almeno una volta al giorno perché sono diventate territorio comune.

Sto parlando delle emoji che proprio perché banali sono comunque immagini che uniscono tutto il mondo. Altro che mille parole. Sono diventate il primo alfabeto mondiale! Sono spesso motivo di errore nelle comunicazione d’ammore quando si tratta di “faccine”, ma se si parla di animali, oggetti o cibo sono chiare, dirette e vanno dritte al punto.

[Il motivo per cui il tuo customer service ancora non le usi è per me sconosciuto
e ne potremo parlare in un altro articolo]

Alcuni studi dimostrano che il tuo cervello investe dal 60% all’80% del tempo nel predire ciò che deve fare. E tu non hai alcun potere in merito; puoi solo accettarlo.

Le radici di “un’immagine vale più di mille parole”

Well, Google è comunque mio amico quando ci sono le ricerche da fare.

Così ho trovato alcune radici storiche – interessanti – e alcune radici informatiche che mi hanno particolarmente affascinato vista la mia propensione nerd.

Le radici storiche

Questa citazione ha più punti di partenza. Il primo e più antico è attribuito a Confucio o comunque alla cultura cinese. Il proverbio fa più o meno così:

Vedere una volta è meglio che sentire cento volte!

Tuttavia in Europa questo modo di dire sembra essere arrivato molto più avanti, pare nel diciannovesimo secolo addirittura. Un estratto del Printers Ink del 20 Aprile 1911 recita invece questo:

“Se ti mostro su una pagina di giornale un ciottolo e ti chiedo quanto è grande, tu non mi sai rispondere. Ma se accanto ci metto una mosca grande due volte tanto mi risponderai con certezza che è un granello di sabbia! […] Solo se trovi l’esatta metafora mentre scrivi, riesci a dare la giusta idea”.

Ciò che ho appena riportato ci dimostra anche che la fotografia è finzione e un fotografo se vuole ci può fregare quando vuole! Quante volte hai visto online foto di comizi pieni, che poi si rivelavano vuoti?

Le radici informatiche

Ma veniamo al motivo che più mi ha affascinato, fino a portarmi a scrivere questo articolo. La comparazione informatica fra una parola e una foto.

Ho trovato chi ha quantificato i bit presenti in una parola e in una immagine!

Per chi non è pratico, un bit è la più piccola unità di misura all’interno di un device. Può essere si/no, on/off, 1/0. Il byte è composto invece da 8 bit ed è il motivo per cui tutte le vostre schede di memoria vengono vendute a multipli di 8 [AMAZING!].

Una singola lettera equivale ad un byte.

Quanto bit vale una lettera?

Quanti bit vale una lettera?

Ora, posto che io posso scrivere anche supercalifragilistichespiralidoso, comunque una parola occuperà davvero pochissimo spazio, sotto l’ordine dei 50 byte.

Invece le immagini sono molto più grandi! Non ti sto a farti un calcolo tecnico, ti puoi fidare sulla fiducia o andare di nuovo a leggere il link che ti ho messo prima. Ma ogni inch², ovvero 6cm² circa, ci sono 270.000 bytes! Per la qualità delle immagini che ci sono in giro ora abbiamo quindi:

  • 12 x 20 – 324.000 parole
  • 25 x 38 – 1,3 milioni di parole
  • 32 x 38 – 1,9 milioni di parole

Questo ci porta a pensare non solo che il proverbio sia sbagliato, ma anche un enorme eufemismo!

*****************************************

Vuoi avere un’immagine professionale
che ti rappresenti al 100% nella tua imprenditorialità?

Contattami attraverso un messaggio privato +39 392 96 34 706

Costruiremo l’esperienza intorno alla TUA figura professionale, per rappresentarti al meglio di fronte al cliente e fare schiattare d’invidia il concorrente.

*****************************************

L’unica immagine adatta ai tuoi materiali di marketing
Ornella Pesenti