Immagini e video imperversano nei social ogni volta in cui apriamo i nostri profili. Brontolare di sottecchi un fine “non mi avranno mai!” non è la strada giusta da perseguire per conquistare nuova clientela o per migliorare il legame con quella vecchia.

Pronto? VIA!

Hai una camera sempre con te – usala!

So che tutti ti dicono che devi investire tempo, soldi nell’attrezzatura e pazienza con la formazione. Chi meglio di me può dirtelo, che sono una fotografa? La verità però è che hai una fotocamera nella tua tasca sempre disponibile e “non esiste miglior camera di quella a portata di mano”. 

È venuto quindi il momento di accenderla per un buon motivo. Non importa se il tuo smartphone non è di ultima generazione. Fregatene! Iniziare è meglio di stare fermi.

Per cui: tira fuori il telefono e accendi la fotocamera pronto a scattare OGNI DETTAGLIO della tua società. Non è importante che tu abbia un ristorante “instagrammabilissimo” o un’azienda di laminati che (tu pensi) nessuno ha voglia di guardare. In giro per il mondo c’è qualcuno disposto a scambiare immagini per scoprire le aziende e poi denaro tra di esse.

Ricordati che dentro le società ci sono “esseri umani” che parlano con altri “esseri umani”. Dietro i social che scrolliamo quotidianamente invece ci sono proprio quelle persone di cui si compongono le aziende.

Partiamo quindi da questo assunto importantissimo e andiamo avanti.

Focalizzati sul tuo brand

“Certo che ci sono sui social, ho aperto una pagina”.
E infatti dentro ci sono le balle di fieno che rotolano.

È una simpatica battuta per farti capire che non basta aprire una pagina per “essere” sui social, bisogna produrre contenuto. Un’immagine è lo sforzo minimo che ti viene richiesto per attivare la tua presenza online. 

Le tue immagini devono necessariamente parlare di te e devi focalizzarti sul tuo brand. Sei un’azienda di laminati: trova i posti da fotografare in cui effettivamente si veda anche il tuo logo. Può essere la maglia dei tuoi operai, l’incisione sulle consegne – io questo non posso saperlo. 

Sforzati di capire dove è presente il tuo logo nella tua azienda e sforzati ancora di più di mostrarlo a tutti sui soscial in modo naturale.

È un primo passo nel riconoscimento anche offline.

Ti faccio un esempio: un caro cliente fa quadri elettrici, in modo maniacale. Ha deciso di marchiarne una cabina specifica per farla riconoscere, anche online. I clienti vanno a chiedergli quella, nonostante sia SOLO per determinate aziende!

Questo esempio ti dimostra quanto soluzioni concrete migliorano anche il tuo brand online, il quale poi si riversa nuovamente nelle tue tasche. Le pagine social vengono infatti viste da persone proprio come me e te. 

E indovina un po’? Io, te e chiunque altro che ha una connessione compra. Anche se finge di non farlo.

Trova i dettagli ogni giorno e ripeti, ripeti, ripeti

Le persone mangiano oggi, dicono che sono piene e domani tornano a mangiare. Ti può sembrare assurdo come paragone, ma il cervello è ancora più assurdo: non viene saziato mai e non ne ha mai abbastanza.

Non fare l’errore di postare un giorno e pensare: “Ahhh abbiamo conquistato il mondo”. Un post dura forse pochi secondi. Addirittura oggi si parla di mettere online su tutti i social almeno 100 contenuti al giorno!

Sì, hai letto bene. Non ti preoccupare però! Se oggi stai gattonando a livello social, non ti chiedo certo di fare la maratona digitale domattina. Devi però capire che è arrivato il momento di iniziare.

Ogni giorno ci sono dettagli che meritano una piccola foto. Oppure ritagliati un’oretta alla settimana per fare 50 – 100 foto. In questo modo avrai l’opportunità di postare quotidianamente quel che ti serve.

Facciamo un po’ i conti della serva: 1 post al giorno su Facebook e 1 su Instagram, diversi significa già 14 foto a settimana. 

Il fatto di decidere se fare tutto insieme o a gradi durante la tua settimana è solo ed esclusivamente una tua scelta. L’importante è andare avanti senza mai fermarsi con costanza, cambiando magari il modo di fotografare, il telefono, capendo gli hashtag, chiamando un giorno un fotografo.

Ma senza fermarsi mai.

Posta ovunque nei momenti liberi o fallo fare a un giovane

Oggi ci sono delle possibilità straordinarie grazie alle “storie” di Facebook e Instagram che ti permettono di sfruttare i tuoi scatti seduta stante senza stare troppo a pensare.

Ma se stai leggendo questo articolo e ti sembra di non essere dentro un frullatore di informazioni, ti capisco. Quando mi parla il commercialista mi sento esattamente così e anche emotivamente provata.

Ma so che c’è sempre qualcuno che nel mondo ha più entusiasmo di me e ha voglia di fare in materie completamente diverse. In questi casi di solito sono di età giovane (ho detto di solito).

Se hai un’azienda, un bar, stai portando avanti un negozio e hai qualcuno di più giovane di te, investilo come un cavaliere. Ora, non deve essere l’ennesimo compito gravoso, soprattutto se a questo ragazzo i social interessano meno di te. 

Prova però a fargli leggere questo articolo. In caso di risposta positiva allora è una buona idea quella di unire le forze e creare una sinergia lavorativa. Magari scopri una forza che avevi in azienda e nemmeno sapevi di avere fra le fila.

Ecco, preparati perché è probabile che ne sappiano più di te. Può darsi che ti parlino di cose che tu nemmeno sai che esistono, che non avranno voglia di spiegarti e che non puoi capire al volo. 

Ricordati che in questo caso quello che conosce è lui. Sii umile!

La parte pratica

Non basterebbero quattro tomi di enciclopedia per parlare di fotografia. Però vorrei iniziare almeno da una piccola base. 

  1. Come tenere in mano il telefono quando fai una foto. Non è un oggetto che vuoi usare come fresbee. Deve essere assolutamente saldo fra le tue mani. Quindi guarda bene dove è l’obiettivo e poi agguanta quello smartphone con le tue delicate manine.
  2. Lo zoom non esiste. Non c’è niente nella tua azienda che meriti di essere zoomato. E se fai grandi opere sui trabattelli, credimi, le persone vogliono vederti traballare là in cima. Fatti una foto ai piedi o alla vastità del… Ecco. Se invece devi avvicinarti a qualcosa usa i tuoi piedi! Lo fa Peter Lindberg non capisco perché non possa farlo tu.
  3. Il flash è come lo zoom. Dimenticalo, cancellalo, eliminalo. Non usarlo nemmeno in discoteca, piuttosto comprati uno di quei ring simpatici su Amazon a 5€. Ma i flash dei telefoni sono imbarazzanti.

Inizia da queste basi per avere una buona immagine.

Ma soprattutto, non ti dimenticare che la fotografia è niente di più di ciò che immortaliamo. Quindi guarda lo schermo quando fotografi! E cerca di capire se da visualizzatore di quella foto ti piacerebbe o meno. 

Non sarà semplice questo processo, ci vorrà un po’ di tempo, ma dopo un po’ sarà più facile! I tuoi occhi sono l’ultimo giudice, insieme alla tua cassa.

La postproduzione

Dopo la pratica, mi permetto anche di suggerirti tre applicazioni completamente gratuite che possono essere d’aiuto nella tua quotidianità.

In primo luogo Snapseed! Google lavora anche sulle immagini da tempo. Questa applicazione è fatta talmente bene che viene utilizzata anche dai fotografi. Ti servirà un attimo all’inizio per capirne i processi, ma ti può servire in alcune cose fondamentali: WB, toni, tagli e inserire qualche scritta qua o là

Sappi che all’interno dell’app ci sono dei piccoli esercizi e un’ottima guida per maneggiarla al meglio. Ma se la apri e ci “pasticci” un po’ capisci subito le basi.

Io personalmente sono della scuola “meno è meglio”, soprattutto all’inizio. Ma questa è la mia personale opinione e non deve combaciare necessariamente con quella degli altri. Di seguito quindi trovi altre due applicazioni che possono accompagnare Snapseed.

VSCO è molto semplice e non puoi perdertela. È la mia seconda app. Su Instagram ti sarà capitato di vedere quei bei profili con foto che hanno tutte un colore molto simile e morbido, al punto da farti innamorare. VSCO aiuta molto in questo. Tuttavia ti metto in guardia sul fatto che ci vuole molta pazienza e occhio per raggiungere certi livelli!

La terza app che ti consiglio invece è Adobe Spark. Se inizierai davvero a puntare sul cavallo della fotografia ti aiuterà a fare qualche bella grafica adatta alla tua azienda. 

Lasciami il tuo commento in modo da condividere la tua esperienza!

***********************

Vuoi avere
un’immagine professionale
che ti rappresenti al 100%
nel tuo marketing?

Contattami attraverso
un messaggio privato

+39 392 96 34 706

Costruiremo il marketing
intorno alla
TUA figura professionale,
per rappresentarti al meglio
di fronte al cliente
e fare schiattare d’invidia
il concorrente.

***********************

L’unica immagine adatta
ai tuoi materiali di marketing
Ornella Pesenti